In questo paragrafo sono riportati gli abstracts dei singoli interventi dei relatori del Convegno Nazionale FISieo 2014 secondo l’ordine di presentazione delle relazioni nel programma:

I percorsi dell’anima si snodano nell’Adesso (Marina Borruso)

Accompagnare  da uno stato di Presenza dove non c’è chi da e chi riceve, poiché lì nel Presente ci si incontra e si guarisce insieme  in un percorso eterno e pieno di pace e lì l’anima è Uno.

 Marina Borruso (che è una grande maestra spirituale del nostro tempo e tiene seminari in Italia, in Europa e in Russia) con saggezza e profondità ha trasformato il messaggio del Potere di Adesso di Eckhart Tolle, con il quale ha da molti anni un rapporto personale, in una serie di pratiche vive, in costante evoluzione, che rendono facile vivere l’Adesso uscendo dal vecchio  stato di coscienza per entrare nella nuova dimensione di Consapevolezza risvegliata.

 

Anima e spirito nella visione taoista (Fabrizio Bonanomi) 

Verranno esposti  i concetti legati all'”animazione dell’uomo”, per delineare i contorni delle “anime” che abitano l’uomo.

Il punto di vista è legato ai Testi Classici Cinesi ed il palinsesto ricalca la visione Taoista. Lo strunento conoscitivo sono gli “ideogrammi” specifici, la cui lettura sarà anche legata alla loro etimologia.

 

Il volo degli hun ( Franca Bedin) 

Shock improvvisi o ripetuti, traumi, stress  prolungati , emozioni distruttive  possono creare una stagnazione di Qi e Sangue ed una stagnazione dello SHEN

 Allora gli Hun,  che seguono lo Shen nel suo viaggio durante il riposo  notturno,  non possono più viaggiare  né ricaricarsi   e la persona può sperimentare depressione, apatia, sonno disturbato, incubi fino ad un senso di impotenza e di disperazione. (ricordiamo che gli Hun,  l’anima che ha il suo radicamento nel  sangue di fegato, hanno a che fare con il vedere oltre, la creatività, il creare una visione, una speranza, un futuro che si prepara nell’invisibile prima di divenire manifestazione)

E’ nello Shen, nell’invisibile, che ha inizio la manifestazione di ogni genere di disarmonia, si trasmette poi al Qi e quindi eventualmente al Corpo per manifestarsi come malattia.

Lo scopo del trattamento è quindi di attivare nel ricevente la capacità di connettersi fortemente con la propria origine celeste, lo Yuan Shen., lo Spirito dell’Origine.

Ogni manovra, ogni pressione, è ,in fin dei conti , un modo per richiamare la consapevolezza della persona a “ rientrare in Sé “, a non restare dispersa in mille attività esteriori ma di concentrarsi,, creare una forte intenzione, YI, che lo riconnetta con l’Origine, là dove c’è tutta la potenzialità di guarigione, benessere , salute e saggezza. Purificare gli Hun allora e permettere loro di “viaggiare lontano”, di riconnettersi con la fonte , lo Yuan Shen, è vitale per il processo di guarigione.

 Il trattamento consisterà nel:

Il cuore nella valutazione dei meridiani ( Tzvika.Calisar)

 Il workshop “il cuore nella valutazione dei meridiani” di  si divide in tre fasi:

  1.  la prima ora basata sulla lettura del “cuore nella valutazione dei Meridiani nella Medicina orientale”; lo stato mentale del praticante e la funzione dei meridiani Kyo, Jitsu & Seiki
  2. la seconda ora focalizzata su come raggiungere l’esatta posizione dei meridiani su Hara(dimostrazione e pratica)
  3. la terza ora  dedicata sul come visualizzare e valutare i meridiani in Hara (dimostrazione e pratica)

 The subject of my workshop will be “The heart of Meridians valuation”. The workshop will be divided to:

  1. First hour – Lecture about “The core of meridians valuation in eastern Medicine”. The practitioner’s state of mind and the functions of Kyo meridian, Jitsu meridian & Seiki meridian.
  2. Second hour – How to reach the exact location of the meridians in the Hara (demo and practice).
  3. Third hour – The way to visualize and evaluat the meridians in the Hara (demo and practice).

I percorsi dell’anima e lo shiatsu ( Giuseppe Montanini) 

Il concetto di anima è presente nella nostra cultura, fin dalle sue radici greco-romane. La filosofia cristiana lo ha recepito e fatto proprio. E’ così giunto fino ai giorni nostri come una presenza essenziale che condiziona molto il nostro modo di vedere le cose. Oggi se parla poco, ma, a conferma della sua importanza, la parola anima è ancora una delle più presenti ed utilizzate nel nostro linguaggio quotidiano.

Che cos’è secondo la nostra tradizione occidentale l’anima ? E’ reale, corrisponde ad una sostanza, ad una energia o è solo un fatto di fede ?

Sono molte le domande e non si può certo pensare di dare risposte certe, ma una breve e necessariamente sommaria analisi delle risposte che si sono date negli oltre duemila anni della nostra tradizione, ci può portare a capire e soprattutto a sentire, come sia ancora presente in noi, questo concetto.

I percorsi dell’anima appartengono all’umanità e, se reali, non possono essere confinati in una singola tradizione. Sarebbe quindi naturale trovarli presenti anche nello Shiatsu, che a sua volta si basa su concetti che hanno la pretesa di descrivere l’essenza degli esseri umani, al di là delle singole tradizioni.

Dal racconto, dall’analisi, dalla pratica di consapevolezza che ci porta a sentire come tutto questo  non sia concetto astratto, possono nascere risposte che ci spiegano perché il nostro Shiatsu funzioni e come funzioni, al di là delle differenze di stili e di teorie di riferimento. Risposte che possono guidarci nella nostra pratica e darci sicurezza nel lavoro. E potremo vedere e sentire come queste risposte ci appartengano profondamente perché da sempre presenti nella nostra tradizione occidentale.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *